CERCA NEL SITO

Medicina Nucleare

CMO, Comune nega la Scia per i lavori nella nuova struttura

Marulo: “Dopo 70 giorni di attesa l’Ente ha rigettato la pratica oltre i termini di legge”

Torre Annunziata, 2 dicembre 2018 – Il Comune ha negato la Scia per i lavori nei nuovi locali individuati per ospitare la Medicina Nucleare del CMO.

“Dopo 70 giorni di attesa e la presentazione di ulteriore documentazione richiesta,

CMO. Medicina Nlicleare

CMO, Luigi Marulo: “Soddisfazione per la decisione del TAR, un primo passo importante”

Torre Annunziata 26 Ottobre 2018 – “Abbiamo accolto con grande soddisfazione l’esito dell’ordinanza cautelare del TAR Campania, che da ieri, di fatto, ha restituito il titolo di proprietà dell’immobile alla società Gigante Immobiliare, sospendendo l’ordinanza di acquisizione al patrimonio comunale”. Così Luigi Marulo, Amministratore Unico del CMO. “È un primo passo importante che ci consentirà di presentarci nelle varie sedi amministrative e penali nella qualità di proprietari e conduttori dell’immobile ospitante l’attività di Medicina Nucleare”.

CMO Centro Polispecialistico

Medicina Nucleare, il CMO: “Aperti al confronto con l’Amministrazione Comunale”

Torre Annunziata, 11 Settembre 2018 – La delusione è un sentimento umano che, in momenti molto difficili, è giusto esternare. Nel comunicato stampa di sabato 8 settembre abbiamo esternato tutta la nostra delusione per le decisioni assunte dall’Amministrazione Comunale, senza fare alcuna valutazione tecnico-giuridica. Ci ha sorpreso, per questo motivo, la risposta dell’Amministrazione: siamo convinti del fatto che le Istituzioni debbano rispondere ai privati con atti ufficiali e non a mezzo stampa.

CMO Centro Polispecialistico

Medicina Nucleare, il CMO: “Delusi dall’Amministrazione Ascione”

“Rigettata la richiesta di sanatoria. Continua la nostra battaglia legale”

Torre Annunziata, 9 Settembre 2018 – L’Amministrazione Comunale di Torre Annunziata, giovedì 6 settembre, ci ha comunicato il rigetto di sanatoria, anche condizionata o parziale, dell’immobile di via Roma destinato all’attività di Medicina Nucleare. La motivazione principale resta la non demolizione di un presunto abuso,

CMO _ web

CMO e Famiglia Marulo: fiducia nella Magistratura. Procedura di licenziamento? Non è una vendetta!

In data odierna il quotidiano locale “Metropolis” ha riportato con grande evidenza ed in maniera distorta la notizia relativa alla procedura di licenziamento collettivo attivata ex lege dalla nostra azienda. Procedura, quest’ultima che avevamo già anticipato durante la conferenza stampa dell’8 agosto u.s., al cui comunicato stampa ci rimettiamo integralmente.

Nello specifico, il sopraindicato quotidiano così titolava in prima pagina: “Torre Annunziata.

Medicina Nucleare

CMO, Medicina Nucleare: 70 dipendenti a casa. Prospettive future dubbie, chi ha vinto in questa battaglia?

Torre Annunziata, 8 Agosto 2018 – “Dover oggi rinunciare alla branca di Medicina Nucleare del CMO si ripercuote sull’intera attività aziendale. Negli ultimi giorni, dopo aver abbandonato ogni speranza di poter riaprire il reparto, ci siamo interrogati sulla possibilità di salvare il resto dell’azienda, o in alternativa far decadere tutto. Dopo aver eliminato tutti i costi possibili,

Medicina Nucleare

CMO. Luigi Marulo: “Fiducia nella magistratura, ma ora valuteremo il futuro di tutte le attività del gruppo”

Torre Annunziata, 3 Agosto 2018 – A distanza di 4 giorni dalla pronuncia del Tribunale, L’Amministratore del CMO Centro Polispecialistico dichiara: “Valuteremo al meglio le scelte da adottare nel rispetto dei lavoratori e dei pazienti”

“Lunedì 30 luglio il Tribunale si è pronunciato negativamente circa la riapertura del nostro stabile sede della Medicina Nucleare,

Medicina Nucleare

Medicina nucleare, il CMO: “Grazie di cuore a tutti i lavoratori”

Attesa per la decisione del Tribunale. Pazienti al fianco dei dipendenti del centro medico.

Torre Annunziata – Si è tenuta ieri 25 Luglio l’udienza preliminare relativa alle contestazioni che sono state formulate.

“Affronteremo con estrema serenità l’intero processo. Riponiamo sempre massima fiducia nella magistratura. Siamo supportati da avvocati e tecnici di elevato spessore umano e professionale che ci hanno sempre confortato sulla legittimità dei nostri comportamenti”.