CERCA NEL SITO

latte

Miti e falsi miti del latte: ma quanto ne sappiamo?

Il latte, così come i suoi derivati, negli ultimi anni è stato più volte sotto i riflettori dell’opinione pubblica e di conseguenza della comunità scientifica.

Oggetto di una lunga diatriba tra fa bene o fa male? È cancerogeno? È grassoso? Favorisce allergie? Da adulti si può bere?
Insomma di tutto di più si è detto e si dice sul latte, alimento di cui ci nutriamo fin dalle prime ore di vita, fonte di energia e indispensabile per la formazione di corpo e mente.

Sappiamo realmente tutto o spesso ci lasciamo influenzare da quel che si vocifera? Tutti questi gravi e falsi allarmismi sul suo causare o incidere sull’insorgenza di determinate patologie, dove ci porteranno?

Sono tante le credenze popolari da sfatare ma quel che possiamo di certo affermare è che noi umani siamo gli unici mammiferi adulti a bere latte in età adulta e diciamolo: il latte è un alimento dalle alte proprietà nutritive grazie al suo contenuto di vitamine ed oligominerali, motivo per cui è indicato per tutte le fasce di età, dai più giovani ai meno giovani, dai neonati agli adolescenti. Inoltre il latte e i suoi derivati sono considerati alimenti cardine della dieta mediterranea.

Vediamo ora, alcuni delle domande che spesso la popolazione pone.

  • Il Latte è dannoso per la salute?
    FALSO! Seguendo le linee guida italiane e dell’Istituto Superiore di Sanità, il consumo di latte e yogurt consigliato alla popolazione adulta (18-65 anni) è di 2-3 porzioni (125 gr per porzione) giornaliere, ovviamente allergici esclusi
  • Il latte è difficile da digerire?
    VERO/FALSO.  Il latte risulta difficoltoso da digerire se e solo se si è intolleranti. Tale intolleranza può essere diagnosticata solamente tramite esami di laboratorio. Esistono diversi gradi di intolleranza al lattosio e, in base ad esso, ci sono soggetti che possono assumere dosi limitate di lattosio senza effetti indesiderati. Diverso è il caso delle allergie in cui non è per nulla consigliato assumerlo.
  • Il latte allontana le malattie cardiovascolari?
    FALSO. Il latte e i suoi derivati contengono molti grassi saturi e colesterolo che per i soggetti con patologie cardiache o cardiovascolari non indicata l’assunzione.
  • Il latte aiuta in caso di osteoporosi?
    VERO. Latte e prodotti da esso derivati contengono un alta percentuale di calcio facilmente assorbibile dal nostro organismo. Tra le cause dell’osteoporosi vi è proprio una mancanza di tale minerale, ecco perché è necessario consumarne la quantità consigliata.  Dunque il consumo della dose giornaliera raccomandata sembrerebbe soddisfare quasi la metà del fabbisogno di calcio di un individuo adulto.
  • Il Latte fa ingrassare?
    VERO/FALSO. Come per tutto la risposta sta nel mezzo, basta non eccedere. Prendiamo ad esempio un formaggio fresco e semplice come la ricotta vaccina, non solo è un formaggio facilmente digeribile e con un alto contenuto di fosforo, magnesio e vitamine ma è anche povero di grassi.
  • Il latte aumenta il rischio di ammalarsi di cancro?
    FALSO, FALSISSIMO e ancora più FALSO. Non esiste nessuna evidenzia scientifica della correlazione tra latte e l’insorgenza di tumori.

Un consiglio che ci sentiamo di darvi è ATTENZIONE ALL’ETICHETTA, per controllare scadenza, provenienza, indicazione sul produttore.
In definitiva, eliminare latte e latticini all’interno di una alimentazione corretta e uno stile di vita sano, non è necessario purché il suo consumo non ecceda da quello consigliato dalle linee guida e non si è allergici.

Leave a Comment